Manuale HACCP: obbligatorio anche per le erboristerie?

Le erboristerie rientrano tra quelle attività in cui vengono manipolati e distribuiti alimenti, similmente alle farmacie, per questo devono rispondere ai requisiti descritti dalla normativa sulla sicurezza alimentare e devono redigere un manuale haccp.

Il discorso circa la categoria merceologica di appartenenza delle erboristerie è sempre stato controverso e in Italia non esiste una legislazione che si riferisca precisamente alle erboristerie ma si può far chiarezza facendo riferimento al Regolamento CE 178/2002 che definisce come alimento “qualsiasi sostanza o prodotto trasformato, parzialmente trasformato o non trasformato, destinato ad essere ingerito, o di cui si prevede ragionevolmente che possa essere ingerito, da esseri umani”.
Di conseguenza dobbiamo pensare che erbe e piante medicinali o aromatiche, spezie e in generale i prodotti erboristici siano proprio degli alimenti.
Gli organi competenti per i controlli possono affidarsi comunque ad interpretazioni diverse di ciò che è definibile “alimento” da Comune a Comune, è bene quindi richiedere una consulenza professionale circa la messa in regola della propria attività rispetto all’igiene alimentare.

In linea generale nelle erboristerie sono comunque commercializzati spesso prodotti alimentari anche tradizionali come miele, spezie, caramelle e barrette dietetiche o magari è presente un laboratorio dove si trasformano piante officinali sfuse e loro derivati. In questi casi l’erboristeria è da considerarsi come qualsiasi attività commerciale soggetta al sistema di autocontrollo alimentare e deve avere un proprio manuale HACCP.

Nel Manuale HACCP per erboristeria devono essere indicati i potenziali rischi specifici del settore con le relative soluzioni adottate.
Oltre alle misure di sicurezza e igiene comuni a tutte le industrie alimentari (pulizia dei locali, areazione, luce, acqua potabile) le erboristerie devono garantire tra le altre cose che:

  • Le piante vengano tenute in luogo fresco e asciutto;
  • Le etichette non siano mai rimosse e contengano tutte le informazioni sulla pianta medicinale;
  • Preparazione e miscelazione delle erbe avvengano in banconi separati da quello adibito alla vendita per garantire l’igiene delle sostanze manipolate;
  • L’area di miscelazione delle erbe disponga di superfici lisci e facilmente lavabili;
  • Contenitori ed utensili siano puliti, lavati e ben asciugati dopo ogni operazione;
  • Successivamente ad ogni pesata e miscelazione vengano rimosse eventuali sostanze residue dalle attrezzature;
  • Prima della miscelazione sia stato controllato lo stato di conservazione delle varie erbe e la relativa data di scadenza;
  • Nel pesare le erbe vengano utilizzati guanti monouso e queste vengano poste sulla bilancia utilizzando dei contenitori per alimenti puliti;
  • La miscela sia consegnata all’acquirente confezionata in un contenitore per uso alimentare.

Se hai un’erboristeria e hai bisogno di una consulenza professionale per la redazione del tuo manuale HACCP affidati a noi.

Compila subito il form di contatto oppure chiamaci al numero verde, il preventivo è gratuito!